Damiano: Bisogna intervenire pesantemente sulla Legge Fornero; indietro non si torna

“La legge di Bilancio non può rimandare a un secondo tempo l’equità sociale. Le ipotesi avanzate da Calenda di concentrare tutte le risorse sulla crescita e sulla produttività non solo deluderebbero le legittime aspettative di milioni di lavoratori e pensionati, ma dimostrerebbero che il Governo non ha compreso la gravità del disagio sociale che esiste nel Paese”. Così Cesare Damiano, Presidente

Continua a leggere

Proposta choc: Diamo tutti i soldi alle imprese

“L’intervista del ministro Calenda a la Repubblica, se diventasse la linea del Governo nella prossima legge di Bilancio, sarebbe inaccettabile. Siamo tornati alla riproposizione della vecchia e stantia politica dei due tempi: prima gli investimenti e la competitività e poi l’equità sociale. I lavoratori e i pensionati sono stanchi di aspettare il “sol dell’avvenire”. I sacrifici sono stati fatti abbondantemente:

Continua a leggere

Damiano: D’accordo con Nencini e contro Zanetti, pensioni sono priorità

“Sono d’accordo con Nencini: la rivalutazione delle pensioni minime deve essere una priorità per il Governo. Sono contrario, invece, alle affermazioni di Zanetti che corrono il rischio di innescare una guerra per le risorse e un conflitto politico e sociale dagli esiti imprevedibili. Se la questione pensionistica non fosse più, insieme a lavoro e povertà, in cima ai pensieri del

Continua a leggere

Damiano preoccupato: Crescita rallenta, bisogna concentrarsi su agenda sociale

“Invece di litigare su Referendum, Italicum e sul ‘papa straniero’ che dovrebbe sfidare Renzi al congresso (Roberto Speranza o Bianca Berlinguer?), sarebbe meglio farlo sulla Agenda sociale. Bisogna mettersi in testa che la priorità, politica e temporale, è, oggi, sui temi del lavoro, della povertà e delle pensioni. I cittadini si aspettano soprattutto queste risposte. Gli ultimi dati dell’ISTAT ci

Continua a leggere

Damiano ammonisce: Servono almeno 2 mld in Legge Bilancio

“Si e’ accesa una grande discussione sul costo dell’intervento sulle pensioni da inserire nella legge di Bilancio. Il Governo, con Nannicini e Poletti, ha parlato di 1,5 miliardi di euro. Secondo alcune ricostruzioni giornalistiche si arriverebbe vicino ai 4 miliardi sommando tutti gli interventi previsti, compresi quelli annunciati da Renzi: flessibilità, ricongiunzioni, quattordicesima, ecc. Come sempre, la verità sta quasi

Continua a leggere

Damiano mette in guardia Renzi: La questione sociale condiziona le scelte politiche dei cittadini

“Agosto, pur essendo dedicato alle ferie, è sempre politicamente movimentato e imprevedibile. Al punto tale che Renzi ha fatto autocritica per eccesso di personalizzazione del Referendum: una presa di coscienza che non guasta. Ha anche aggiunto che i 500 milioni che saranno risparmiati con la riforma verranno devoluti per la lotta alla povertà: approviamo, anche perché non avevamo condiviso l’eliminazione

Continua a leggere

Damiano: Se solo si affrontasse la questione con la stessa enfasi che si riserva per il Referendum…

“Se solo una parte della passione e dell’enfasi che la politica mette su Referendum costituzionale, Italicum e data della consultazione fosse dirottata sulla questione sociale, avremmo la certezza di poter risolvere qualche ingiustizia in più e di avere qualche povero in meno. Nessuno mette in discussione il valore della riforma della Costituzione e del suo legame con la legge elettorale,

Continua a leggere

Flessibilità Damiano, Boeri e APE a confronto

L’Anticipo pensionistico, il cosiddetto Ape, su cui è al lavoro il governo “nasce dall’esigenza di ridurre il più possibile l’impatto della flessibilità sui conti pubblici: ogni lavoratore sarebbe chiamato a sostenere in prima persona i costi del suo accesso anticipato alla pensione, con assistenza pubblica che si attiverebbe solo a favore dei redditi più bassi”. Così l’Ufficio Parlamentare di Bilancio

Continua a leggere

Sacconi: Non solo assistenza, attenzione anche a Ceto Medio, servono interventi

Per Maurizio Sacconi, “il Governo sembra voler risolvere tutto l’intervento sul sistema previdenziale in termini esclusivamente assistenziali”. Così il presidente della commissione Lavoro del Senato, nel blog dell’Associazione amici di Marco Biagi. L’ex ministro del Lavoro segnala in particolare “se e’ giusto considerare le fasce piu’ deboli, non e’ altrettanto giusto – aggiunge – trascurare il ceto medio a rischio

Continua a leggere

Damiano: Correggere scelte contraddittorie

“Renzi oggi ha dichiarato, in una intervista alla Repubblica: ‘… insisto su investimenti, crescita e flessibilità contro la cultura dell’austerity’. Se poi, come riportato da altri giornali, chiudere con l’austerity significa per il Premier convincere l’Europa ‘a farci andare oltre l’1,8% nel rapporto deficit PIL fissato per il 2017’, abbiamo fatto bingo. Questo è il Renzi che ci piace e

Continua a leggere
1 2 3 4 5 50