La lettera del Comitato lavoratori Quota 96 all’on Bobba

Lettera all’on. Luigi Bobba, sottosegretario Ministero Lavoro da parte del gruppo di Quota 96

Vorremmo sperare che questa nostra lettera abbia un riscontro positivo.

Lei, come tutti gli onorevoli del PD, avrà ricevuto nostre missive per una semplice richiesta, il pensionamento di Quota96 e mai abbiamo avuto risposta.

Adesso nella sua qualità di sottosegretario vorremmo almeno sapere un semplice dato, come le è stato anche chiesto dall’on. Gnecchi nell’ultima riunione della Commissione Lavoro.

Non ci rinvii, come spesso è accaduto, al MIUR, sarebbe un rimpallo non confacente con la sua funzione  governativa e  derisorio nei nostri confronti.

Il MIUR ha i dati, ma li ha anche INPS, che è collegato al Ministero del Lavoro.

Il MIUR ha tirato fuori un dato, 3976 lavoratori Q96 che hanno risposto a un sondaggio, su nostra proposta nel lontano 2013 e questa la dice lunga su quanto impegno in questi anni è stato speso per risolvere la nostra situazione.

Non ci interessa accusare dirigenti dei vari uffici che si sono occupati di Quota96, ma ci sarebbe molto da dire sulla loro efficienza.

In questi anni abbiamo incontrato dirigenti MIUR inutilmente, mai che, nonostante le nostre richieste scritte, abbiano dato la disponibilità anche a lunga scadenza di fornirci i dati di Quota 96 residui.

Allora proviamo a fare un ragionamento lineare noi:

INPS gestisce milioni di pensioni ed ha i dati per fare studi a lungo termine sulla spesa pensionistica da qui al 2050 (Legge Fornero), in questi anni ha gestito 7 salvaguardie, nella IV, VI e VII sono stati interessati anche lavoratori della scuola, in permesso o congedo famigliare.

Sono stati salvaguardati circa 10 mila soggetti che rispondevano a questi requisiti, è possibile sapere quanti lavoratori della scuola sono stati salvaguardati?

INPS avendo gestito la procedura li ha, avendoli anche inviati agli uffici territoriali del Lavoro competenti e da questi agli interessati.

Sono per la maggior parte Quota96, nati nel 1951 e 1952, una porzione dei 3976 lavoratori campionati nel 2013 e che INPS e MIUR, nel 2014 hanno concordato essere i potenziali interessati al pensionamento.

Saranno 1.000 o 2.000, la risposta compete agli uffici INPS a tal compito assegnati e spetta a loro informare la Commissione Lavoro.

Le sembra un’impresa ardua, un segreto di Stato, che mette a repentaglio la stabilita dei conti statali?

Dal 2013 al 2016, gli Uffici INPS hanno gestito le domande dei lavoratori scuola che avendo raggiunto i nuovi requisiti di anzianità previsti dalla norma Fornero sono usciti dal lavoro con la pensione anticipata (ex pensione di anzianità), nel 2015 e 2016, 42 anni e 10 mesi per gli uomini, 1 anno in meno per le donne.

Sappiamo che lei è informato, ma per presentare domanda sul sito INPS, occorre scegliere tra le diverse opzioni, vecchiaia, anticipata, opzione donna e quindi INPS sa quanti lavoratori della scuola sono usciti con i nuovi requisiti sulla pensione anticipata o per opzione donna.

Tali dati da INPS vengono comunicati agli uffici periferici del MIUR (ex provveditori, adesso UST) che informano i lavoratori dell’accoglimento della loro domanda.

Le sembra che copia di questi dati sia impossibile da reperire, tra questi due uffici ministeriali?

Abbiamo solo provato a dare suggerimenti per non ascoltare per l’ennesima volta la favola che non ci sono i dati di Quota96, non abusate della nostra intelligenza e non offendete la vostra!

Dobbiamo essere noi a suggerire un incontro tra gli uffici dei due ministeri, conferenza dei servizi?

È nella sua possibilità poter ottenere e comunicare questi dati alla Commissione Lavoro, saremo 1.000 o più gli ultimi residui Quota96, le coperture ci sono come lei ben sa, i fondi destinati alla VIII salvaguardia sono di molto superiori ai 34 mila esodati rimasti, sono 42 mila potenziali lavoratori che si potrebbero pensionare.

Comitato lavoratori Quota 96 scuola

Fonte: Pensionitoday

Leggi anche:

http://www.pensionitoday.it?pensioniblog=riforma-pensioni-sindacati-nessun-dietrofront-niente-scuse-trovare-soldi/

http://www.pensionitoday.it?pensioniblog=riforma-pensioni-le-11-richieste-dei-precoci-al-governo-renzi/

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.pensionitoday.it?pensioniblog=riforma-pensioni-renzi-promette-aumentare-le-minime/

La lettera del Comitato lavoratori Quota 96 all’on Bobba
5 (100%) 1 voti