Damiano mette in guardia Renzi: La questione sociale condiziona le scelte politiche dei cittadini

“Agosto, pur essendo dedicato alle ferie, è sempre politicamente movimentato e imprevedibile. Al punto tale che Renzi ha fatto autocritica per eccesso di personalizzazione del Referendum: una presa di coscienza che non guasta. Ha anche aggiunto che i 500 milioni che saranno risparmiati con la riforma verranno devoluti per la lotta alla povertà: approviamo, anche perché non avevamo condiviso l’eliminazione dell’Imu ai più ricchi”. Così Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera.

“Sotto traccia – prosegue – c’è un cambio di rotta? Parrebbe di sì e noi ce lo auguriamo, considerando anche la positiva riapertura del dialogo con le parti sociali. Per completare l’opera, il Premier dovrebbe spendere il suo peso politico per riaffermare la centralità temporale e politica della questione sociale”.

“Quello che per noi è infatti incomprensibile è l’energia che si spende in dibattiti e scontri su Referendum e Italicum e la poca attenzione che si dedica ai temi di lavoro, povertà e pensioni. Per quello che ci riguarda, invece, è questa la priorità, la cui soluzione al tavolo sindacale e in Parlamento con la prossima legge di Bilancio, positiva o negativa che sia, guiderà moltissimi cittadini nelle future scelte politiche da compiere, a partire dal Referendum”, conclude.

Fonte: Pensionitoday

Leggi anche:

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.pensionitoday.it?pensioniblog=riforma-pensioni-calcolatrice-alla-mano-servono-quasi-4-mld-la-spesa-piu-grande-18-mld-precoci/