Damiano: Renzi è sordo alle nostre proposte

“La Direzione del PD di ieri è stata una occasione perduta, un dialogo tra sordi. Rende bene l’idea un celebre aforisma di Alessandro Manzoni: La ragione e il torto non si dividono mai con un taglio così netto che ogni parte abbia soltanto dell’uno e dell’altra. Siamo pronti a prenderci la nostra dose di colpa di fronte alla sconfitta delle amministrative, ma la responsabilità maggiore e la scelta di fare una mossa di apertura sta a chi ha il compito di dirigere il Governo e il Partito.

Ci saremmo aspettati da Renzi – prosegue – una maggior attitudine alla riflessione e all’autocritica. Tirare dritto come se niente fosse non ci farà sicuramente bene.

Il ‘Cantiere Sociale’ del Premier – spiega Damiano – non può ridursi soltanto alla narrazione di quello che è già stato fatto. Occorre avere anche chiaro quali sono i limiti e le contraddizioni dell’azione sociale del Governo e la percezione della domanda di maggiore giustizia ed eguaglianza che ci giunge da molti cittadini. Renzi critica chi non ha proposte alternative: sui temi del lavoro, della povertà e delle pensioni noi le abbiamo e sono noti da tempo.

Siamo pronti, in qualsiasi momento, ad un confronto sui contenuti che sia anche capace di ricostruire un orizzonte unitario del PD sui temi sociali”, conclude.

Fonte: Pensionitoday

Leggi anche:

http://www.pensionitoday.it?pensioniblog=violento-sfogo-emilio-fede-prendo-8mila-euro-al-mese-pensione-non-mi-bastano/

http://www.pensionitoday.it?pensioniblog=riforma-pensioni-lape-fara-la-fine-dellanticipo-del-tfr/

http://www.pensionitoday.it?pensioniblog=riforma-pensioni-ddl-857-ci-si-spera-ancora/

Iscriviti alla nostra newsletter

http://www.pensionitoday.it?pensioniblog=pensioni-la-consulta-salva-prelievo-solidarieta-giustificato-dalla-crisi/

Damiano: Renzi è sordo alle nostre proposte
5 (100%) 2 voti