Le priorità secondo lo Spi Cgil; le solite parole?

“Bisogna assolutamente modificare la legge Fornero per evitare che ci siano ancora drammi umani tremendi come quello degli esodati. Ma al centro delle nostre rivendicazioni ci sono anche le pensioni di reversibilità: il Governo cancelli quella riga dal ddl”, ha detto Pedretti. “Non dobbiamo penalizzare ulteriormente le donne che già oggi percepiscono stipendi più bassi degli uomini”.

Pedretti ha poi aggiunto: “Questo è un intervento che pesa moltissimo sulle donne, non quelle di ieri, ma quelle di domani, che stanno nel contributivo, con bassi salari e si vedranno ulteriormente danneggiate nella loro possibilità di avere una pensione di reversibilità adeguata, pensione che, peraltro, è già decurtata. Gli interventi li hanno già fatti”.

Infine ha concluso il ragionamento dicendo: “La cosa più sbagliata è quella di prendere delle risorse destinate alla previdenza , pagate dai lavoratori e dalle imprese all’Inps e trasferirle sulla spesa sociale. Questo non va bene, anche perchè tra qualche mese qualcuno ci spiegherà che l’Inps non ce la fa a pagare le pensioni. Tutte la volte che si tolgono delle risorse e si mettono a debito pubblico si fa del male al sistema previdenziale”.

Iscriviti alla nostra newsletter