Anche Martina appoggia la flessibilità in uscita nel 2016

“Dal mio punto di vista si parte dalla questione generazionale: io credo che la riforma delle pensioni o comunque l’aggiustamento sostanziale di una parte del sistema pensionistico italiano oggi sia necessario innanzitutto perché se tu vuoi aprire spazi veri di nuova occupazione (sul versante delle nuove generazioni che devono entrare nel mondo del lavoro), devi liberare le condizioni”. Così Maurizio Martina, ministro delle politiche agricole, partecipando alla trasmissione di Rai 3 Ballarò.

Iscriviti alla nostra newsletter

“Io vedo questa possibilità di lavoro se la inquadriamo dentro una strategia che il Governo ha attuato” ha proseguito il Ministro Martina. “C’è stato un primo tempo determinato da una riforma del lavoro che sta producendo delle opportunità”, riferendosi ai dati recenti sull’occupazione ed all’introduzione del Jobs Act. Alla flessibilità nei contratti di lavoro dovrebbe quindi seguire lo stesso principio anche rispetto ai meccanismi di pensionamento e accesso alla previdenza pubblica. “Io dico che bisogna lavorare perché quest’anno sia l’anno buono per aggredire una parte fondamentale di questa questione, cruciale per il futuro”.