Cgil, Cisl e Uil insieme per eliminare le ingiustizie

“In assenza di risposte la Uil, insieme a Cisl e Cgil continuerà la mobilitazione affinché dal sistema previdenziale italiano siano eliminate le ingiustizie”. Così il Segretario confederale Uil, Domenico Proietti,

”La Legge di stabilità – ricorda proietti – non ha modificato la Legge Fornero sulle pensioni: nel 2016, per tanti italiani, le conseguenze saranno pesantissime. Intanto, però, com’è stato per tutto il 2015, il Governo torna a fare annunci e, così, al danno si aggiunge anche la beffa”.

“Il Governo – aggiunge – deve ascoltare le parti sociali che conoscono bene i problemi ed hanno avanzato proposte precise. Noi crediamo che sia necessario, innanzitutto, reintrodurre la flessibilità di accesso alla pensione per tutti, a partire da 62 anni, dando una risposta anche alle donne che, dal 2016, saranno fortemente penalizzate. Bisogna, inoltre, ripristinare la piena rivalutazione delle pensioni in essere”.

Iscriviti alla nostra newsletter

“In assenza di risposte del Governo, la Uil, insieme a Cisl e Cgil, continuerà la mobilitazione affinché dal sistema previdenziale italiano siano eliminate le ingiustizie”, conclude Proietti.

Cgil, Cisl e Uil insieme per eliminare le ingiustizie
4.4 (87.5%) 8 voti