L’ultima protesta M5S su legge di Stabilità e Welfare

“Noi proponiamo norme di buon senso, ma non possiamo attendere un Governo a 5 Stelle per fare queste cose per i cittadini. Prendete pure le nostre proposte, che ci sono e che ho elencato. Le avete bocciate tutte! Accoglietele invece, e risolleviamo il Paese”.

Così il senatore Sergio Puglia durante il dibattito che ha preceduto la fiducia alla Legge di Stabilità in Senato.

I punti su cui i penta-stellati chiedono l’intervento sono:

“la gestione separata INPS, perché non è possibile tenere insieme collaboratori e professionisti; bisogna scindere le due categorie;

istituire un fondo pensionistico integrativo pubblico direttamente all’INPS, visto che ci sono i fondi pensione integrativi privati va benissimo, ma facciamo vera concorrenza e inseriamo anche l’INPS;

ritrasformazione in Tfr del monte pensionistico integrativo, per cui chi non riesce ad arrivare a fine mese deve avere la possibilità di prendere il Tfr immediatamente, e quindi la libertà di trasformarlo nuovamente in Tfr anziché in pensione integrativa, perché una volta scelta la pensione integrativa non si può più tornare indietro (questa è una mancanza di libertà);

bloccare le ricongiunzioni onerose: quante volte devo pagare la pensione? Avete bocciato anche questo” spiega Puglia.

Iscriviti alla nostra newsletter

Inoltre continua Pulia “siamo alla settima norma di salvaguardia: una, due, tre, quattro, cinque, sei e sette norme di salvaguardia e non è finita! Invito tutti i lavoratori, tutte le persone che sono state esodate a mettersi insieme, a venire fuori dal Parlamento, a non cercare le briciole, perché vi faranno aspettare ancora. Mettetevi insieme, fatevi sentire e non cercate favori, perché non si tratta di favori, ma dei vostri diritti, che vi hanno tolto!”.

L’ultima protesta M5S su legge di Stabilità e Welfare
4 (80%) 6 voti