Damiano: Errore rinvio su flessibilità

Per il presidente della Commissione Lavoro della Camera Cesare Damiano, l’annuncio del premier Renzi sulla flessibilità delle pensioni “è stato una doccia fredda. Rimandare al prossimo anno una misura più volte annunciata e attesa da decine di migliaia di lavoratori è, a mio avviso, un errore”.

“È vero – continua Damiano – che c’è bisogno di avere le idee chiare e di non sbagliare le previsioni con misure improvvisate, come è già capitato nel passato: ma questo, semmai, avrebbe dovuto accelerare il confronto con il Parlamento sui numeri e sulle risorse da impiegare. Insisto nel dire che con la flessibilità, conti alla mano, alla fine si producono dei risparmi e sono disposto su questo argomento ad un confronto con Renzi. Oltre alla flessibilità, non dimentichiamolo, dobbiamo risolvere il problema della settima salvaguardia e dell’Opzione Donna, che devono entrare nella legge di Stabilità”.

Iscriviti alla nostra newsletter

“La questione previdenziale – precisa Damiano – non può essere accantonata: anticipare l’uscita dal lavoro o dalla disoccupazione con penalizzazioni equilibrate, vuol dire non accrescere l’esercito dei nuovi poveri e, con il turnover, favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Anche di questo il Governo deve tenere conto”, conclude il presidente della Commissione Lavoro della Camera.