La Camera ha concluso l’esame della settima salvaguardia

“La Commissione Lavoro della Camera ha votato oggi tutti gli emendamenti al disegno di legge relativo alla settima salvaguardia degli esodati. Adesso il testo e’ stato inviato al Governo con la richiesta di avere una relazione tecnica sui costi entro i prossimi 10 giorni”.

Così Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro della Camera.

“La nostra proposta vuole risolvere alcune contraddizioni. Tra queste: il problema dei lavoratori in mobilita’ da aziende fallite esclusi dalle salvaguardie, in quanto non in possesso di un accordo sindacale perche’ si tratta, per l’appunto, di aziende in fallimento. Quello dei lavoratori edili in mobilita’ esclusi perche’ l’indennita’ speciale edile non e’ prevista nelle salvaguardie. Il problema della parita’ di trattamento tra lavoratori che hanno sottoscritto accordi governativi e non. Infine, per tutte le tipologie gia’ previste nelle precedenti sei salvaguardie, chiediamo che venga previsto un allungamento del periodo di tutela di un anno, portando la data al 6 gennaio 2017″.

Iscriviti alla nostra newsletter

“Per risolvere questi problemi sono sufficienti le risorse risparmiate dal Fondo esodati negli anni 2013, 2014 e 2015. Si tratta di un miliardo e 300 milioni, come certificato dall’Inps. Ci auguriamo che la Conferenza dei servizi, costituita dal ministero del lavoro e dal Mef, si concluda rapidamente al fine di una definizione conclusiva delle risorse disponibili”, conclude Cesare Damiano.

La Camera ha concluso l’esame della settima salvaguardia
4.3 (86.67%) 6 voti