Zanetti (Scelta Civica) su Esodati e riforma pensioni

“La riforma delle pensioni non ci è stata imposta dall’Europa, bensì dalla curva demografica e che non può essere messa in discussione non perché non sta bene alle lobbies bancarie e alle scie chimiche, ma perché metterebbe nuovamente a rischio la tenuta del sistema per i giovani e per chi già oggi è in pensione”.

Così segretario politico di Scelta Civica e sottosegretario all’Economia, Enrico Zanetti.

Iscriviti alla nostra newsletter

“Il dato sui veri esodati non ancora salvaguardati che emerge dall’indagine conoscitiva della commissione Lavoro del Senato, poco più di mille, spiega perfettamente come sia in atto una vera e propria offensiva del partito trasversale della spesa pubblica. La piaga sociale della disoccupazione degli ultracinquantenni merita la massima considerazione, così come quella giovanile, ma la soluzione non può passare per lo smantellamento di una riforma delle pensioni che non ci è stata imposta dall’Europa, bensì dalla nostra curva demografica e che non può essere messa in discussione non perché non sta bene alle lobbies bancarie e alle scie chimiche, ma perché metterebbe nuovamente a rischio la tenuta del sistema per i giovani e per chi già oggi è in pensione”, ha terminato Zanetti.

Zanetti (Scelta Civica) su Esodati e riforma pensioni
3 (60%) 2 voti