Lettera di un lavoratore precoce in difesa dei suoi diritti

Lettera:

ALLA CORTE COSTITUZIONALE

SE IL LAVORATORE HA PAGATO ALL’INPS I CONTRIBUTI HA DIRITTO A RIAVERE L’INTERO MONTANTE CONTRIBUTIVO RINUNCIANDO ALLA PENSIONE? E ‘O NON E’ UN DIRITTO ACQUISITO?

A BOERI

SE UN LAVORATORE, AVENDO PAGATO I CONTRIBUTI PER LA PENSIONE, CHIEDE IL MONTANTE  CONTRIBUTIVO ACCUMULATO RINUNCIANDO ALLA PENSIONE  L’INPS DOVREBBE CONCEDERGLIELO, IN FONDO SONO SOLDI SUOI.. E SE QUEST’OPERAZIONE LA FACESSERO TUTTI I LAVORATORI CHE PAGANO I CONTRIBUTI, MI DICE, PER FAVORE,  COME L’INPS SE LA CAVEREBBE CON TUTTI QUELLI CHE RECLAMANO INDENNITA’, VITALIZI E PENSIONI NON CORRISPONDENTI AI CONTRIBUTI VERSATI?
AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICALA FIDUCIA DEGLI ITALIANI NELLE ISTITUZIONI

  • ILPRESIDENTE DEL CONSIGLIO RICEVE L’INCARICO IN SEGUITO AI RISULTATI DELLE PRIMARIE ALL’INTERNO DI UN SOLO PARTITO. E IL RESTO DEGLI ITALIANI NON CONTANO?
  • ILPRESIDENTE DEL CONSIGLIO, NONOSTANTE UN PARLAMENTO DI CIRCA 1000 PERSONE ELETTE DAL POLPOLO, FA LE SUECOMUNICAZIONI UFFICIALI NELLA TRASMISSIONE “PORTA A PORTA”, TRASMISSIONE DI UNA RETE TELEVISICA PUBBLICA ILCUI CONDUTTTORE SUPERPAGATO NON SOLO SI OCCUPA DI PETTEGOLEZZI INTORNO AI PERSONAGGI RITENUTI FAMOSI  E  DI NESSUNA UTILITA’ COME SERVIZIO PUBBLICO MA  NELLA STESSA TRASMISSIONE FA PARLARE ESPONENTI DELLLA MAFIA QUASI CHE LA LORO FAMA FOSSE DI ESEMPIO.
  • LE COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO FATTE IN TRASMISSIONE E SISTEMATICAMENTE SMENTITE QUALCHE GIORNO DOPO DALLO STESSO NON DANNO CERTO UN ESEMPIO DI COERENZA
  • ILBARBIERE, I COMMESSI, LO STENOGRAFO DEL PARLAMENTO HANNO UN COMPENSO SALARIALE SUPERIORE AD UN RICERCARCATORE DEL CENTRO DI RICERCA DI GINEVRA – ILLORO RUOLO E’ IMPORTANTE E NECESSARIO AI FINI DELLA CRESCITA DEL PAESE PIU’ DEI RISULTATI DI UNA RICERCA SCIENTIFICA?
  • UN MEMBRO DELLA CORTE COSTITUZIONALESI FA COSTRUIRE UN CAMPO DA TENNIS A SPESE DEI CONTRIBUENTI. MEGLIO UN GIUDICE SPORTIVO CHE UNO DECREPITO?
  • ILPRESIDENTE DEL CONSIGLIO NOMINA I MEMBRI DELLA COMMISSIONE RAI ELUDENDO “LA LEGGE MADIA”, LEGGE  FATTA DALLO STESSO GOVERNO DA LUI PRESIEDUTO.. LA LEGGE E’ UGUALE PERT TUTTI?
  • IN UN MOMENTO DI CRISI ECONOMICA È DAVVERO NECESSARIO DISPENSARE L’8 , IL5, IL 2 PER MILLE A ISTITUZIONI, ENTI, ASSOCIAZIONI SAPENDO CHE NELLO STESSO TEMPO IMPIEGATI DELLO STATO RICEVONO GLI STIPENDI CON RITARDO O ADDIRITTURA RISCHIANO DI NON RICEVERLI PER MANCANZA DI FONDI?
  • LA CUMULABILITÀ DELLE PENSIONI , DELLE INDENNITÀ, DEI VITALIZI SONO DAVVERO UN DIRITTO ACQUISITO?UNA LEGGE DELLO STATO NON LO VIETAVA?
  • IN QUESTO STATO VIENE PREMIATO ILLAVORO ED IL RISPETTO DELLE LEGGI? PERCHÉ GLI EVASORI, GLI ELUSORI, CHI PORTA I CAPITALI ALL’ESTERO, GLI SPECULATORI EDILIZI E DI BORSA, CHI RICEVE COMPENSI NON CORRISPONDENTI AI CONTRIBUTI VERSATI SEMBRANO ESSERE QUELLI PIÙ PREMIATI.
  • I DIRIGENTI DELLE PARTECIPATE CHE OTTENGONO APPALTI PAGANDO TANGENTI, ILCAPO DELLA POLIZIA RESPONSABILE PER I FATTI GENOVA E POI PREMIATO E TRASFERITO ALL’ANSALDO, L’EX PRESIDENTE DELL’INPS CON I SUOI MOLTEPLICI INCARICHI E COMPENSI ETC, ETC, SONO ESEMPI DI GRANDE PROFESSIONALITÀ, DI CORRETTEZZA E DI TRASPARENZA?
  • E’ FACILE DEFINIRE I GIOVANI “ CHOOSY” E POI SCOPRIRE CHE LA FIGLIA DEL MINISTROCHE HA USATO QUESTA ESPRESSIONE  HA UN ‘INCARICO DI PRESTIGIO NON PROPRIO GUADAGNATO O VINTO PER CONCORSO.
  • E’ LECITO PER UN MINISTRO PAGARE I DEBITI DEL PADRE CON I SOLDI DELLO STATO?
  • E’ CORRETTA L’ASSUNZIONE NELLA CASSA DEPOSITI E PRESTI TI DELLA FIGLIA DI UN MINISTRO SENZA CONCORSO?
  • E’ O NON È CONFLITTO D’INTERESSE LA PARTECIPAZIONE DI UN MINISTRO ALLA SEDUTA DEL GOVERNO IN CUI SI VA A RIFORMARE LA BANCA POPOLARE DI CUI È AZIONISTA?

VEDE, SIGNOR PRESIDENTE, SORGE SPONTANEA LA DOMANDA: LEI È VERAMENTE GARANTE DELLA COSTITUZIONE, DELLA GIUSTIZIA, DEL RISPETTO DELLE LEGGI? O È SEMPLICEMENTE UN FANTOCCIO MANOVRATO MA BEN PAGATO?

PERCHÉ SA, I NOSTRI GIOVANI LASCIANO L’ITALIA NON HANNO PIÙ FIDUCIA E GLI ANZIANI APPENA POSSONO SI TRASFERISCONO IN ALTRI PAESI PER VIVERE GLI ANNI CHE GLI RIMANGONO CON MAGGIORE SERENITÀ. QUELLI CHE RESTANO SONO ESASPERATI, DELUSI, ARRABBIATI ED IL RISCHIO È CHE TUTTO QUESTO NON PORTI AD UN FUTURO TRANQUILLO. LE PAROLE DELLA POLVERINI E DI DAMIANO NELLA SEDUTA DELLA COMMISSIONE ALLA CAMERA DEL 9 SETTEMBRE 2015 SONO UN SEGNALE D’ALLARME …. FORSE LEI DOVREBBE FARE QUALCOSA PRIMA CHE DIVENTI TROPPO TARDI

AI SINDACATI

NELLA AUDIZIONE  DELLA COMMISSIONE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI DEL 9 SETTEMBRE 2015, IL PRESIDENTE DAMIANO,  HA  CONSTATATO CHE I LAVORI DELLA COMMISSIONE IN TEMA DI PENSIONI, PUR AVENDO MESSO D’ACCORDO LE PARTI POLITICHE E SINDACALI SULLE PROPOSTE DA PRESENTARE AL GOVERNO, NON VENGONO MINIMAMENTE PRESE IN CONSIDERAZIONE  E, MESSO ALLE STRETTE, HA PROPOSTO IN MODO CHIARO UNA SOLA COSA CHE POTREBBE CAMBIARE LA SITUAZIONE:

UNA GRANDE MOBILITAZIONE DI MASSA … NON C’E’ PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOLE SENTIRE…

A QUESTO PUNTO, O VOI SINDACALISTI AVETE PAURA DI SCHIERARVI CONTRO IL GOVERNO PERCHE’ POTRESTE  ESSERE RICATTATI E PERDERE I PRIVILEGI DI CUI ABBIAMO AMPIAMENTE SENTITO QUALCHE GIORNO FA, OPPURE AVETE ANCORA UN PO’ DI ORGOGLIO E SENSO DELLA GIUSTIZIA E ORGANIZZATE

UNA SOLA GRANDE MOBILITAZIONE A ROMA DI TUTTI I LAVORATORI E DI TUTTE LE CATEGORIE

IN CASO CONTRARIO È DIFFICILE PER I LAVORATORI COMPRENDERE QUALE SIA IL RUOLO DEL SINDACATO.

 

Un lavoratore precoce in difesa dei suoi diritti

Iscriviti alla nostra newsletter

G. P.