Adoc: Modulo di diffida all’INPS per la piena rivalutazione della pensione

“Era stato il decreto salva Italia del governo Monti a introdurre il blocco dell’adeguamento della pensione al costo della vita, con l’obiettivo di compensare l’inflazione registrata nel 2012 e 2013. Ad essere interessate le pensioni superiori al triplo della minima (1443 euro il valore del 2012). Ora, per effetto di una sentenza della Corte Costituzionale, i pensionati aventi diritto si vedranno reintegrare l’importo dovuto con l’assegno previdenziale di agosto”.

Così l’Adoc Basilicata in un comunicato.

L’Associazione Nazionale per la Difesa e l’Orientamento dei Consumatori ricorda inoltre che “l’Inps sarebbe tenuta a restituire ai pensionati le somme della mancata rivalutazione della pensione per gli anni 2012-13” e che “gli arretrati verranno restituiti soltanto ai pensionati che guadagnano tra 3 e 6 volte il trattamento minimo, cioè tra 1.500 e 3mila euro circa lordi al mese, vale a dire tra 1.200 e 2.400 euro netti circa. Chi incassa un assegno Inps superiore a quest’ultima cifra non avrà invece alcun rimborso. Stesso discorso per chi ha una pensione inferiore a circa 1.500 euro lordi, che non ha diritto ad alcuna restituzione poiché nel 2012-2013 non subì il blocco deciso dal governo Monti”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Qui il modulo

Adoc: Modulo di diffida all’INPS per la piena rivalutazione della pensione
2.8 (56.67%) 12 voti