Lo Spi-Cgil mette ancora in guardia contro gli sms truffa sul rimborso pensioni

“La sentenza della Corte Costituzionale sul blocco delle pensioni ha creato molte legittime aspettative. I pensionati però devo stare in guarda da chi promette loro miracoli e cifre mirabolanti perché i truffatori sono in agguato”.

Mette tutti i pensionati Franco Persiano, Segretario Generale dello Spi-Cgil Foggia, allarmato da alcuni sms che li invitano a fare ricorso per ottenere tutto il rimborso pensione.

“Per poter verificare il danno subito è necessario aspettare la conversione in legge del decreto – continua Persiano – che potrebbe subire modifiche in particolare per le pensioni che stanno sulla fascia dei 3mila euro lordi. Solo successivamente alla conversione in legge si potrà capire chi ha titolo al rimborso in che termini la normativa recepisce la sentenza della Consulta e che tipo di azioni mettere in atto. Ma dobbiamo aspettare e vedere”.

Iscriviti alla nostra newsletter

“Siamo stati informati – aggiunge Persiano – che girano sms che promettono il recupero delle cifre perse attraverso ricorsi che, invece, se fatti ora, anche a seguito delle posizioni di attesa prese dall’INPS, non troverebbero esito. Per informazioni chiediamo ai pensionati di rivolgersi alle sedi dei Sindacati e dello SPI CGIL, e di diffidare da comunicazioni provenienti da apparecchi informatici. Per questo stiamo valutando se allertare la polizia postale in merito”.

Lo Spi-Cgil mette ancora in guardia contro gli sms truffa sul rimborso pensioni
Vota questo articolo