Damiano: Non dimentichiamo i precoci

“Nel corso dell’audizione del ministro Poletti davanti alla Commissione Lavoro della Camera si e’ affrontato il tema delle pensioni. Il ministro ha ribadito l’intenzione del Governo di introdurre nel sistema pensionistico un criterio di flessibilita’”.

Queste le parole di Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro della Camera.

“In secondo luogo – continua Damiano – Poletti ha confermato che le risorse accantonate nel Fondo delle salvaguardie, 11,6 miliardi di euro con sei interventi successivi per tutelare 170.000 lavoratori, saranno esclusivamente utilizzate per gli esodati e per nuovi interventi , nel caso in cui si dovessero registrare dei risparmi rispetto alle coperture previste. Si tratta di due conferme importanti che favoriscono il confronto”.

“Il nostro obiettivo – prosegue Damiano – e’ quello di risolvere preliminarmente alcuni problemi legati alla settima salvaguardia (ad esempio quelli dei lavoratori di aziende fallite, della mobilita’ degli edili, degli accordi sottoscritti territorialmente, dell’opzione donna, ecc.) e, nella Legge di Stabilita’, affrontare strutturalmente la questione della flessibilita’”.

Iscriviti alla nostra newsletter

“In Commissione Lavoro – conclude Damiano – sono depositate numerose proposte di legge sul tema: tra queste c’e’ quella del PD che trova larghi consensi tra tutti i partiti e che prevede la possibilita’ di anticipo della pensione dai 62 anni di eta’ con 35 di contributi e con un massimo di penalizzazione dell’8%; oppure con 41 di contributi indipendentemente dall’eta’. Abbiamo chiesto al Governo di continuare il confronto al fine di realizzare scelte condivise e non essere messi di fronte a scelte unilaterali su una materia cosi’ delicata”!

Damiano: Non dimentichiamo i precoci
4.5 (90.77%) 13 voti