Damiano: Domani parte il dialogo sulla flessibilità in uscita

“L’Inps ha dichiarato che entro giugno presentera’ una sua proposta sul sistema della previdenza e dell’assistenza: non sappiamo se questo sia il suo mestiere”. Queste le parole di Cesare Damiano presidente della Commissione Lavoro della Camera.

“Quello che a noi interessa – continua – e’ che sia il Governo a presentare rapidamente un progetto di riforma che dia gambe alle dichiarazioni del premier e del ministro Poletti sul tema della flessibilita’ da introdurre nel sistema pensionistico”.

“Alla Commissione Lavoro della Camera – aggiunge – sono depositati alcuni disegni di legge presentati da tutti i partiti. Dal prossimo 3 giugno cominceranno, con Poletti, le audizioni che coinvolgeranno successivamente l’Inps e le parti sociali. La proposta principale, del Pd, prevede che si possa andare in pensione a partire dai 62 anni con 35 di contributi e con una penalizzazione massima dell’8%. Oppure con 41 anni di contributi indipendente dall’eta’, una misura questa che aiuterà i lavoratori cd. precoci”.

“Basandoci su queste proposte chiediamo al Governo di trovare una soluzione nella legge di Stabilita’. E’ giunto il momento di restituire ai pensionati e ai lavoratori: lo si puo’ fare anticipando, in modo flessibile, l’uscita dal lavoro e non mettendo nuovamente le mani nelle tasche dei pensionati”.

Iscriviti alla nostra newsletter

“Sentiamo circolare la proposta di un ricalcolo con il sistema contributivo delle pensioni in essere liquidate con il sistema retributivo: si tratta di una ipotesi che respingiamo, non solo perche’ non si possono continuamente mettere in discussione i diritti acquisiti, ma anche perche’ sarebbe socialmente insostenibile”.

Damiano: Domani parte il dialogo sulla flessibilità in uscita
4 (80%) 20 voti