CIA: I requisiti aumentano di 4 mesi nel 2016

Il Direttore del Patronato INAC/Cia di Cuneo, Jves Bernardi informa che “la riforma delle pensioni entrata in vigore nel 2012 – si legge in una nota del nostro Patronato a cura di Corrado Fusai – ha introdotto l’adeguamento dei requisiti all’aspettativa di vita. Si tratta di un meccanismo in base al quale nel 2013, nel 2016 e nel 2019, e dal 2021 ogni 2 anni, i requisiti di legge vengono incrementati dell’aumento della vita media degli italiani rilevato dall’Istat”.

“Per le pensioni di vecchiaia, fermo restando il requisito di almeno 20 anni di contributi, l’adeguamento all’aspettativa di vita si applica all’età anagrafica richiesta (è la cosiddetta “età pensionabile”).Per le pensioni anticipate, per le quali non è richiesta un’età anagrafica, l’adeguamento all’aspettativa di vita si applica direttamente sul requisito dei contributi che è necessario maturare. Il primo adeguamento all’aspettativa di vita, valido per il triennio 2013-2015, è stato stabilito in misura pari a 3 mesi. Di recente, il governo ha approvato il decreto che stabilisce l’adeguamento per il triennio 2016-2018, pari ad ulteriori 4 mesi”.

“Per chi ha cominciato a lavorare dopo il 1995, oltre ai 20 anni di contributi e all’età pensionabile, è richiesto un ulteriore requisito per la pensione di vecchiaia: l’importo della pensione non deve essere inferiore a 1,2 volte l’importo dell’assegno sociale. Si prescinde dal requisito di importo minimo se si è in possesso di un’età anagrafica pari a 70 anni (da adeguare all’aspettativa di vita) con un’anzianità contributiva minima effettiva di 5 anni”.

Iscriviti alla nostra newsletter

“Per chi ha cominciato a lavorare dopo il 1995, in alternativa ai requisiti sopra illustrati, la pensione anticipata può essere conseguita al compimento del requisito anagrafico di 63 anni, a condizione che risultino versati e accreditati almeno venti anni di contribuzione effettiva e che l’ammontare mensile della prima rata di pensione risulti essere non inferiore a 2,8 volte l’importo dell’assegno sociale. L’età di 63 anni è soggetta all’adeguamento all’aspettativa di vita”.

CIA: I requisiti aumentano di 4 mesi nel 2016
5 (100%) 5 voti