Tiziano Treu (Inps) su flessibilità in uscita, pensioni d’oro e bonus 80 euro

Gli 80 euro di Renzi è giusto darli anche ai pensionati”. Lo afferma Tiziano Treu, Commissario Inps, a Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24. “Credo che sia l’obiettivo dell’anno prossimo”, ha aggiunto l’ex ministro del Lavoro e delle Politiche sociali oggi alla guida dell’Istituto nazionale di previdenza sociale riferendosi all’estensione del bonus Irpef da 80 euro mensili anche ai pensionati.

Tra le proposte di Treu al Governo Renzi quella di modificare la riforma pensioni del Governo Monti (la cosiddetta riforma pensioni Fornero) per una maggiore flessibilità in uscita dal mondo del lavoro e nuove formule di pensione anticipata per tutti i lavoratori, quindi anche quelli pubblici, e non solo per i dipendenti statali, come prevede la riforma Pa e pensioni del ministro Marianna Madia. Anche la pensione anticipata, per il commissario Inps, deve essere una delle “priorità per il 2015” con cui deve fare i conti l’esecutivo.

Interpellato sulla questione del Tfr in busta paga, Treu ha risposto che “è come avere l’uovo oggi senza la gallina domani. Se è una cosa temporanea si può reggere, altrimenti è pericoloso”.

Iscriviti alla nostra newsletter

L’ex ministro ha parlato infine delle pensioni d’oro, spiegando che sono ancora troppe, soprattutto in confronto alle “tante pensioni miserabili”. Per Treu, quindi, bisogna “abolirle per legge. Già sono state, come dire ‘plafonate’, molte sono state del tutto abolite, alcune sono ancora lì che resistono perché “ci sono dietro interessi, insomma, forti, diciamo”. Per quanto riguarda la possibilità di tassare le pensioni più alte per sostenere altre forme di welfare, Treu ritiene “giusto” che i trattamenti più ricchi “contribuiscano. Vedremo come, nella misura: ma è giusto”.

Tiziano Treu (Inps) su flessibilità in uscita, pensioni d’oro e bonus 80 euro
4.9 (97.14%) 7 voti