Walter Rizzetto e il Movimento 5 Stelle contro le pensioni d’oro

Walter Rizzetto (M5S), vicepresidente della commissione lavoro alla Camera, ha presentato una mozione per porre rimedio alla diseguaglianza sociale determinata dalle cosiddette pensioni d’oro.

E’ necessario adottare misure fiscali che consentano una maggiore e più equa distribuzione del reddito, soprattutto per risollevare le classi sociali più bisognose e prive di quei privilegi di cui hanno beneficiato ingiustamente i loro stessi concittadini senza alcun motivato fondamento costituzionale”, afferma Rizzetto.

Rizzetto evidenzia così l’ingiustizia del fatto che non solo le nuove generazioni difficilmente avranno un trattamento previdenziale dignitoso, ma dovranno anche farsi carico dei costi delle onerose pensioni d’oro, visto che non sono coperte da un’adeguata contribuzione. Nonostante, in passato siano state adottate varie soluzioni normative il problema non è stato ancora risolto, poiché questi provvedimenti sono stati dichiarati illegittimi dalla Corte Costituzionale.

Iscriviti alla nostra newsletter

Pertanto il deputato pentastellato propone di introdurre un’imposta sostitutiva per i redditi di pensione, con un maggior numero di aliquote progressive, in modo tale da tassare maggiormente i redditi eccedenti i 90 mila euro e detassare i redditi di pensione più bassi.

Walter Rizzetto e il Movimento 5 Stelle contro le pensioni d’oro
4.33 (86.67%) 6 voti