Sindacati soddisfatti dal dietrofront del governo sul rinvio pensioni

Dopo un giorno di bagarre, coi sindacati giustamente scatenati contro una decisione che aveva più il sapore del dispetto che altro, si chiarisce la questione dello slittamento dei pagamenti delle pensioni Inps. Il “contrordine compagni” arriva però non dal governo ma dall’istituto di previdenza. Che spiega: “solo chi ha la doppia pensione Inps-Inpdap (ovvero circa 800.000 persone) la riceverà, dall’anno prossimo, il 10 del mese. Gli altri 15 milioni la riceveranno come ora, il 1 se la pensione è Inps, il 16 se hanno un assegno Inpdap”.

E ci voleva tanto a dirlo prima, ad evitare di gettare nel panico centinaia di migliaia di persone che per effetto di uno scherzo del genere si sarebbero trovate in difficoltà a pagare la rata del mutuo o l’affitto di casa, visto che queste scadenze per prassi sono fissate al 5 del mese? Questo è il classico esempio di cosa non bisogna mai fare quando si ragiona di provvedimenti economici che hanno un impatto potenziale su una platea tanto vasta.

“Giudicano positivamente – hanno affermato i leader dei sindacati dei pensionati di Cgil, Cisl e UIl, Carla Cantone, Gigi Bonfanti e Romano Bellissima – la modifica apportata dal Governo sull’assurda norma della legge di stabilità riguardante lo slittamento del pagamento della pensione al 10 del mese. È evidentemente il frutto della nostra protesta di fronte all’ennesima ingiustizia perpetrata ai danni dei pensionati italiani. Questo però non ci basta e ci batteremo affinché la norma sia ritirata per tutti, anche per quegli 800.000 che hanno la doppia pensione Inps-Inpdap. I pensionati hanno sopportato davvero troppo in questi anni. È ora di lasciarli in pace”.

Iscriviti alla nostra newsletter

In aggiunta Bellissima ha detto: “Questo Governo crea ai pensionati continuamente problemi, come se i pensionati chissà cosa gli hanno fatto, forse non gli hanno dato il voto, non lo so, ma sono perseguitati. Il Governo faccia cose serie, invece di discriminare continuamente i pensionati. Gli aveva promesso gli 80 euro e non ce n’è più traccia. Gli sta creando una vita ad ostacoli”.

Sindacati soddisfatti dal dietrofront del governo sul rinvio pensioni
5 (100%) 2 voti