La Lega Nord ha depositato le firme del referendum!

Quattro furgoni, duecento scatoloni, tre milioni di firme”: il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini, accompagnato da una delegazione di parlamentari del Carroccio e dal comitato promotore, ha depositato in Cassazione i moduli con le firme a sostegno dei cinque quesiti referendari per abolire la legge Fornero, la legge Merlin, le prefetture, per vietare i concorsi pubblici agli stranieri e la legge Mancino

La Lega Nord passa dunque all’attacco e annuncia l’intenzione di “fare quello che dovrebbe fare il governo e la maggioranza, ovvero dare risposta alle esigenze dei cittadini”.

“Abbiamo contato 570 mila firme per cancellare la legge Fornero sulle pensioni. Noi – ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini – ci preoccupiamo di cose concrete che interessano alle persone mentre altri si incontrano nei palazzi per discutere di legge elettorale, ultimo dei pensieri dei lavoratori, dei pensionati, degli esodati”.

Il leader leghista per l’occasione ha indossato una maglietta (così come tutti gli altri partecipanti alla manifestazione) con la scritta “Elsa piange 500 mila volte”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ma non tutti sono d’accordo: “Un segnale devastante – commenta con Europa l’ex ministro del lavoro Tiziano Treu – che non ha nulla a che fare con la collocazione a destra di questi partiti. È soltanto un populismo strumentale. Quando la legge fu introdotta occorreva un intervento energico che desse un segnale forte. Noi democratici avremmo preferito (e lo dicemmo) che ci fosse un periodo di transizione. Col senno di poi la saggezza della nostra posizione è risultata evidente; non avremmo avuto il fenomeno degli esodati. Ma questo non vuol dire certo che la legge debba essere abrogata. Che segnale di credibilità daremmo all’Europa, dove peraltro sono state adottate misure simili pressoché in tutti i paesi”?

La Lega Nord ha depositato le firme del referendum!
3.4 (68.89%) 9 voti