Pensioni: Damiano conferma, pronta la legge per gli esodati!

Le tanto attese modifiche al sistema pensionistico italiano arriveranno molto probabilmente con il nuovo piano lavoro che, secondo quanto promesso dal premier Matteo Renzi, dovrebbe essere presentato in questo mese di marzo. Le norme della legge Fornero hanno contribuito a creare caos tra diverse categorie di lavoratori ed ora è necessario dare risposte concrete.

Due i temi piu caldi, esodati e pensione anticipata, finora, purtroppo, nonostante parole e promesse, nulla è stato fatto per accogliere e soddisfare le richieste d’interventi per risolvere queste situazioni cruciali. E non dimentichiamo che in fila ci sono anche i lavoratori precoci e usuranti che chiedono una sorta di flessibilità in uscita cosi come gli esodati del comparto scolastico i cosiddetti quota 96 che sperano in una definitiva soluzione al loro calvario.

Pensione anticipata

Montano le proteste delle famiglie dei disabili riguardo all’emendamento 
approvato nella legge di stabilità del governo Letta, a firma Maria Grazia Gatti, che considera, infatti, come lavoro effettivo i periodi di contribuzione figurativi riconosciuti a tali soggetti per l’assistenza ai parenti disabili ai sensi della legge 104, considerandoli validi ai fini del calcolo per la maturazione del diritto alla pensione.

Ricordiamo che con tal emendamento volto a correggere la riforma Fornero rispetto ai permessi fruiti secondo la legge 104/92, contiene un errore in grado di compromettere il suo stesso obiettivo. Il testo della legge stabilisce, infatti, che ai fini contributivi valgano anche “i congedi e i permessi concessi ai sensi dell’articolo 33 della legge 5 febbraio 1992, n. 104”. L’errore risiede nel fatto che i congedi per l’assistenza ai disabili non sono previsti dall’art. 33 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, bensì dall’art. 42 del decreto legislativo 151/2001.

E non si tratta di un errore da nulla, visto che l’interpretazione della norma comporta non pochi problemi, e alcuni uffici del personale stanno sollevando dubbi circa l’applicabilità della legge. I familiari di disabili ora attendono dal governo Renzi una pronta risoluzione di questa stortura.

Esodati

E’ di nuovo Cesare Damiano che in una nota fa sapere che “Sul tema dei lavoratori rimasti senza reddito a seguito della ‘riforma’ Fornero, i cosiddetti esodati, la Commissione Lavoro della Camera ha redatto un testo unificato concordato da tutti i partiti. La Presidente Laura Boldrini ha sollecitato una sua calendarizzazione: noi siamo pronti”.

Vorremmo sottoporre nei prossimi giorni il testo di legge – prosegue Damiano – alla valutazione del neo ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. Tra gli interventi sociali che il Governo ha annunciato, quello sugli esodati rappresenta sicuramente una priorità […] del resto lo stesso presidente del Consiglio, Matteo Renzi – rileva Damiano – ha promesso, in varie occasioni, di voler risolvere il problema. Anche in questo caso si tratterà di individuare, d’intesa con il Governo, le giuste coperture finanziarie. Alcuni osservatori hanno valutato che la somma degli interventi economico-sociali previsti a breve dall’Esecutivo si aggirerebbe intorno agli 80 miliardi di euro. Nell’ambito di questa ingente risorsa non dovrebbe essere difficile trovare le coperture finanziarie da destinare alla priorità degli esodati”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Speriamo bene…

Pensioni: Damiano conferma, pronta la legge per gli esodati!
4.7 (94%) 10 voti